Wednesday, 5 December 2012

CINERASMUS: L'onda

L’ Onda (2008) di Dennis Gansel




Emerge da un’aula liceale (Germania, anni 2000) l’idea che un governo dispotico non possa più farsi largo
all’interno della nazione. “Conosciamo le conseguenze” dicono. È da qui che il professor R. Wenger decide
di mettere in atto, un passo alla volta, una forma di autocrazia all’interno della classe, dalla risistemazione
ortogonale e ordinata dei banchi alla scelta di un leader, passando per la convergenza ideologica e
l’uniformità vestiaria. Ciò che ne esce è una forza che scappa velocemente dalle mani del professore-leader
e che esplode in un vero e proprio cameratismo tanto da sfociare in una sorta di apartheid all’interno delle
mura scolastiche (e non solo). Una pellicola che oltre all’azione pone al centro riflessioni sull’argomento,
dalla costruzione di una ideologia di base al contesto storico-sociale necessario per farla emergere
(nazionalismo, crisi economica, disparità sociale e xenofobia). Una pecca? La lezione (o morale) di fondo
non viene enunciata ma lasciata allo spettatore privando forse così il film del suo strumento più persuasivo.

Voto: 7



ANDREA DOMENIGHINI
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ritorna alla pagina principale di CINERASMUS

0 commenti:

Newsletter

ShareThis

----