Tuesday, 12 February 2013

House the House - La musica House non è morta!



A cavallo tra il vecchio e il nuovo millennio il fenomeno musicale più in voga nei vari club europei era la musica House.

Quella dei vari Roger Sanchez, Francois K, David Morales, Carl Cox, Claudio Coccoluto e chi più ne ha, più ne metta...
Da Ibiza a Londra, da Napoli a Berlino i loro nomi risuonavano manco fossero leggende dal plurimo disco di platino.

La critica musicale sul fatto che un Dj possa essere definito artista o meno è un po' scettica e, anche io personalmente lo sono.
Soprattutto perché quando "Last night a Dj saved my life", i Dj, a suonare ci andavano coi bauli pieni di dischi.
Forse, allora, avremmo potuto parlare di artisti, quando il cross-fader non era attraverso un monitor.
Oggi però è diverso, anche se tra le nuove leve qualcuno ritorna al vinile, i mostri, oggi considerati sacri, come Kalkbrenner o Guetta, viaggiano in aereo con una semplice pennetta USB.

In ogni caso danno per morta la musica House, e in fin dei conti è vero, quella vera, quella pura, quella del Peter Pan, del Cocoricó, del Pacha, del Ciclope o dell'Arenile sembra non esistere più; ormai rimpiazzata dai più giovani Drum'n'bass o Dubstep, dove i Dj producer sono ancora peggio dei nuovi mostri sacri, e, come fossero delle rockstar, rompono il laptop anziché la chitarra.

Insomma siamo quasi all'epilogo, ma... una notizia odierna forse, a noi che siamo cresciuti a pane e Angels of Love, ci fa ben sperare.



Fatboy Slim, certo non il Dj supereroe di fine anni '90 e che, fondamentalmente, non ha poi tanta familiarità col genere in questione, ma è uno dei produttori musicali che all'epoca impazzava in radio, e oggi ha fatto parlare di sé. 
Quentin Leo Cook, suo nome all'anagrafe, è stato chiamato dalla House of Commons britannica per incoraggiare i giovani tra i 16 e i 25 anni ad essere più vicini alla cosa pubblica.
L'evento avrà luogo il 6 Marzo, per iniziativa della fondazione Last night a Dj saved my life, e sarà la prima volta che un DiscJockey si esibirà in un palazzo della politica britannica.


"Ho suonato in alcuni dei luoghi più interessanti e unici di tutto il mondo: da Bondi Beach a La Grande Muraglia Cinese, persino in un igloo, ma suonare nella Camera dei Comuni potrebbe essere il più unico fino ad oggi.Sono un fiero sostenitore di Last Night A DJ Saved My Life e il lavoro che sta facendo con House the House.  
La Musica è una parte enorme della mia vita e poter restituire qualcosa in questo senso è incredibile!"
Queste le parole del Dj.
Per rendere la cosa ancora più interattiva la fondazione ha indetto una specie di concorso, rivolto proprio al pubblico a cui si vuole interfacciare la Camera dei Comuni, dal quale ne uscirà fuori il fortunato vincitore che affiancherà Fatboy il 6 marzo.

Insomma la musica House, semmai si possa definire così quella del producers inglese, sembra sopravvivere, ma tra i tanti partecipanti al concorso quanti sapranno essere all'altezza della fine degli anni '90?

Clicca QUI per vedere il sito ufficiale.




PIERPAOLO RIZZO
© COPYRIGHTS RESERVED 

0 commenti:

Newsletter

ShareThis

----